GIORNATA EUROPEA DELLE LINGUE ALLA BRIGIDA. IN GIOCO ANCHE ARABO, POLACCO E LATINO

GIORNATA EUROPEA DELLE LINGUE ALLA BRIGIDA. IN GIOCO ANCHE ARABO, POLACCO E LATINO

Incoraggiare l’apprendimento delle lingue promuovendo inclusione e diversità culturale: questi gli obiettivi che il  27 settembre hanno animato la Giornata Europea delle Lingue alla secondaria del comprensivo “Brigida” di Termoli. Alla base della manifestazione il Parleuropa – Rally europeo delle lingue, caratterizzato dalla risoluzione da parte dei ragazzi di giochi linguistici in inglese, francese, tedesco, arabo, polacco e latino preparati dalle docenti di lingue dell’istituto in collaborazione con le associazioni Al Salam APS per la lingua araba presieduta da Hanen Gzaiel Ben Mariem e APolonia per il polacco di Dagmara Sobolewska, entrambe presenti alla manifestazione.  Ampio spazio è stato dato anche alla creatività e alla manualità grazie all’allestimento del laboratorio artistico e di quello musicale.  

Nell’insieme, si è trattato di attività ludico-didattiche motivanti che hanno coinvolto ed entusiasmato i ragazzi delle otto classi terze, impegnati nella risoluzione di quiz e nella realizzazione di cartelloni, collage e installazioni, sempre in piccoli gruppi e utilizzando esclusivamente gli spazi all’aperto di pertinenza dell’edificio, nel rispetto della normativa anti-covid. Un viaggio attraverso il patrimonio linguistico e culturale di varie civiltà, non solo europee, per sensibilizzare alla comprensione interculturale e alla diversità come risorsa, un percorso sia linguistico che grafico-musicale reso possibile anche grazie alla fattiva collaborazione di Europe Direct Molise con la referente Carmela Basile. La manifestazione si è conclusa con la proclamazione delle tre classi che hanno conquistato il podio (3E; 3G; 3C), ma in realtà è stata una grande festa collettiva con attestati e gadget per tutti i ragazzi. 

“La manifestazione si è svolta nel rispetto delle tradizioni ‘brigidine’, ma anche e soprattutto nel rispetto delle regole anti-covid – precisa il dirigente scolastico Francesco Paolo Marra – distanziamento, mascherine e prudenza che comunque non hanno ostacolato la realizzazione di un’iniziativa che noi tutti riteniamo fondamentale per ricordare ai nostri ragazzi l’importanza dell’apprendimento delle lingue straniere”. 

Giunta alla sua ventesima edizione, la Giornata delle Lingue è nata su iniziativa del Consiglio d’Europa nel 2001 e ogni anno viene celebrata in tutti i paesi europei per promuovere la comprensione interculturale. L’emergenza Covid ne ha frenato l’essenza di manifestazione aggregante, ma non ne ha annientato lo spirito, sempre rivolto a incoraggiare l’apprendimento delle lingue. 

Chiudi il menu